ASCOLI PICENO – La disputa fra il 54enne Raniero Bertoni e i gestori del Bar delle Caldaie di Ascoli è approdata in televisione, come annunciato nella mattinata del 9 gennaio.

“Pomeriggio 5”, trasmissione Mediaset in onda su Canale 5 e condotta dalla nota Barbara D’Urso, ha narrato in video-collegamento la vicenda: il 54enne sarebbe stato insultato e aggredito dal titolare dell’attività commerciale (“Sono nazista, non voglio gay nei miei locali”, presentata una denuncia in Questura) ma dall’esercizio di piazza Cantalamessa smentiscono categoricamente la versione di Bertoni.

E’ stato anche sentito il titolare dalla trasmissione televisiva, Stefano Procaccioli, dall’inviata Cristina Giardina: “Le telecamere hanno ripreso la verità. E c’erano anche dei testimoni. Lui ha cominciato ad insultare e dire frasi volgari. Ha provocato. Non ho mai detto la frase ‘Sono nazista, non voglio gay nei miei locali’. Se avessi detto una cosa del genere, l’avrei ammazzato un minuto dopo. Non ho aggredito nessuno ma ho solo spintonato per allontanarlo dal locale. Ho denunciato per molestie e diffamazione il signor Raniero Bertoni”.

Raniero Bertoni ha nuovamente replicato: “Sta costruendo un castello di menzogne, facendosi aiutare da complici. Non credo che le telecamere abbiano ripreso quello che il titolare afferma e mentono anche i suoi presunti testimoni”.

L’inviata Mediaset Cristina Giardina, da casa del 54enne ad Ascoli, ha però affermato di aver visionato i video presentati dal proprietario del bar alle Forze dell’Ordine, e di aver visto il gestore dare una sorta di spinta a Raniero per farlo uscire, “ridimensionando” la versione del 54enne. Quest’ultimo ha dichiarato invece, anche in trasmissione, di essersi salvato in tempo dalla “furia” del titolare temendo il peggio.

Barbara D’Urso ha concluso dichiarando che le Forze dell’Ordine faranno, giustamente, il loro lavoro per risalire alla verità auspicando che per il bene di tutti non ci sia stata realmente omofobia nei confronti di Raniero Bertoni.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.972 volte)