ANCONA – Nelle Marche ci sono migliaia di persone che hanno superato gli 80 anni: ben 126 mila. E soprattutto le donne si confermano ai primi posti per speranza di vita nella speciale classifica stilata dall’Istat al primo gennaio 2019. Le marchigiane, raggiungendo gli 85,9 anni di speranza di vita, sono seconde solo alle donne del Trentino Alto Adige (pari dato la provincia di Trento, 86 anni per la provincia di Bolzano).

Vivono meno gli uomini che comunque raggiungono il ragguardevole traguardo degli 81,6 anni, dietro solo a Trentino Alto Adige e Umbria. Gli uomini, negli ultimi due anni, hanno superato sia toscani che emiliani. A favorire questa longevità contribuisce il fatto di essere una Regione a forte vocazione rurale.

“Questo permette di avere cibo di qualità e a km0 per una dieta equilibrata e uno stile di vita salutare  – commentano da Coldiretti Marche – Senza dimenticare i tanti anziani attivi ancora nel lavoro dei campi e tutti i progetti di longevità attiva che le aziende agricole, attraverso la loro multifunzionalità, hanno avviato. Come è stato messo in evidenza anche dall’Inrca, con un progetto che ha visto la collaborazione proprio di Coldiretti Marche, gli anziani attivi negli orti sociali o in attività all’aperto preservano molto meglio la salute rispetto ai pari età che invece conducono una vita sedentaria”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.