ASCOLI PICENO – Stamane, 15 febbraio, è stato convalidato dal Tribunale di Ascoli Piceno l’arresto eseguito il 13 nel capoluogo dai carabinieri della locale Compagnia nei confronti dell’uomo accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Aveva aggredito e picchiato la consorte davanti alla figlia minorenne, in una casa del centro, e non era la prima volta. Il Giudice ha imposto, come misura cautelare, il divieto di avvicinamento alla casa coniugale.

“L’azione dei Carabinieri ha dimostrato, ancora una volta, l’importanza del controllo capillare del territorio che, unita alla collaborazione con i cittadini, consente di raggiungere immediati e proficui risultati – si legge in una nota del Comando Provinciale – Tutti sono, pertanto, invitati a chiamare subito il 112, ovvero recarsi personalmente in caserma per esporre denunce o soprusi di ogni genere, nonché contattare telematicamente l’Arma anche attraverso il sito www.carabinieri.it”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.