Nella 32a giornata del campionato di Serie BKT 2018/19, l’Ascoli di Vincenzo Vivarini affronta, il Pescara dell’ex Giuseppe Pillon, nel “Derby dell’Adriatico”. Al Del Duca, calcio d’inizio previsto per le ore 15 di domenica 7 aprile 2019.

I bianconeri, reduci dall’importante vittoria esterna contro il Padova, provano a dare continuità di risultati e ritrovano Ardemagni in attacco, assente nel turno infrasettimanale; anche il Pescara viene da una vittoria nell’ultima giornata, il prestigioso 3-2 contro il Palermo, ma Pillon è costretto a rinunciare a una pedina fondamentale come Brugman.

FORMAZIONI UFFICIALI

ASCOLI (4-3-2-1): Lanni; Laverone, Brosco, Valentini, Rubin; Addae, Troiano (55′ Casarini), Cavion; Ciciretti (89′ Padella), Ninkovic; Ardemagni (74′ Rosseti). A disposizione: Milinkovic-Savic, Padella, Quaranta, D’Elia, Andreoni, Casarini, Iniguez, Baldini, Frattesi, Chaija, Ganz, Rosseti. Allenatore: Vivarini

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Scognamiglio, Gravillon, Del Grosso (87′ Bellini); Memushaj, Bruno, Crecco (86′ Monachello); Marras (72′ Capone), Mancuso, Sottil. A disposizione: Kastrati, Farelli, Ciofani, Elizalde, Perrotta, Pinto, Palmucci, Kanoute, Bellini, Capone, Antonucci, Monachello. Allenatore: Pillon

Arbitro: Aleandro di Paolo di Avezzano. Assistenti: Pasquale Capaldo (Napoli); Gamal Mokhtar (Lecce). IV Ufficiale: Valerio Maranesi (Ciampino)

RETI: 36′ Mancuso (R), 42′ Ninkovic (R)

AMMONIZIONI: Troiano (A), Laverone (A), Ciciretti (A)

CRONACA DEL MATCH 

Amato Ciciretti ha parlato ai microfoni di DAZN, al termine della gara: “Non sono un’arma in più, ma solo un ragazzo che deve dare tutto per la maglia dell’Ascoli. Oggi, in chiave salvezza, era importante ottenere questa vittoria. Il gol è stato una liberazione, dopo un anno un po’ travagliato per me. Salvezza? Play-off? Dobbiamo pensare partita per partita”.

Finisce così al Del Duca. L’Ascoli batte il Pescara 2-1 e porta a casa una grande vittoria, trionfando nel “Derby dell’Adriatico”.

SECONDO TEMPO

1′ di recupero aggiuntivo aggiunto dal direttore di gara

90’+2 – Occasione clamorosa per il Pescara. Su un cross dalla sinistra, Mancuso anticipa tutti di testa, ma la sua conclusione fa la barba al palo sinistro.

5′ di recupero

89′ – Ultimo cambio per l’Ascoli. Fuori Ciciretti, dentro Padella.

87′- Terzo cambio per il Pescara. Dentro Bellini, fuori Del Grosso.

86′- Secondo cambio per il Pescara. Dentro Monachello, fuori Crecco.

85′ – Ammonito Ciciretti per essersi tolto la maglia nell’esultanza.

84′ – GOL DELL’ASCOLI. Proprio Ciciretti va dagli undici metri e realizza, incrociando con il sinistro. Fiorillo intuisce, ma la palla si deposita imparabilmente sull’angolino basso.

83′ – Calcio di rigore per l’Ascoli. Ciciretti tocca una palla sporca in area di rigore e la fa carambolare sul braccio di Memushaj.

81′ – Altra fiammata dell’Ascoli. Ciciretti si incunea nell’area di rigore del Pescara, ma, con il sinistro, non riesce a trovare lo specchio della porta.

74′ – Secondo cambio per l’Ascoli. Fuori Ardemagni, dentro Rosseti. 

72′ – Ennesima occasione per il Picchio. Gran giocata sulla sinistra di Rubin, che, con l’esterno sinistro, serve in Ninkovic, in area di rigore; il serbo, tuttavia, fallisce un rigore in movimento, con la palla che fa la barba al palo sinistro.

72′ – Primo cambio per il Pescara. Fuori Marras, dentro Capone.

71′ – Altra occasione per l’Ascoli. Buon break di Ninkovic, che entra in area dalla destra e serve Cavion; la sua conclusione al volo, però, è strozzata e viene agilmente parata da Fiorillo.

63′ – Ascoli ancora pericoloso. Ciciretti recupera palla dentro il cerchio di centrocampo e si invola verso la porta del Pescara; entrato in area di rigore, prova la conclusione con il destro, ma Bruno respinge in scivolata.

60′ – Doppia grande occasione per l’Ascoli. Su un lancio in profondità di Ninkovic, Ardemagni, poco dentro l’area di rigore, calcia al volo di sinistro; strepitosa la risposta di Fiorillo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo seguente, la palla finisce sui piedi di Cavion, che, da pochi metri, calcia sull’esterno della rete.

55′ – Primo cambio per l’Ascoli. Fuori Troiano, dentro Casarini.

50′ – Ammonito Laverone. Sul ribaltamento di fronte, l’esterno basso destro bianconero commette un fallo tattico su Sottil.

49′ – Clamorosa occasione per l’Ascoli. Dai 30 metri, Ninkovic prova una grande conclusione a giro di destro, che si stampa sulla traversa.

46′ – Ripresa iniziata con gli stessi 22 uomini dei primi 45′.

Riccardo Brosco ha così parlato ai microfoni di DAZN, all’intervallo: “Sapevamo che il derby era una partita difficile, ma stiamo facendo una buona gara. Loro cercano di ripartire in contropiede, ma anche noi ci vogliamo provare fino alla fine; vedremo chi ne avrà di più”.

PRIMO TEMPO

Finisce 1-1 il primo tempo, al Del Duca. Entrambi i gol su rigore: a Mancuso ha risposto, dopo pochi minuti, Ninkovic. 

2′ di recupero

42′ – GOL DELL’ASCOLI. Ninkovic va dagli undici metri e spiazza Fiorillo, incrociando con il destro. 6 gol in campionato per lui.

40′ – Calcio di rigore per l’Ascoli. Grande giocata di Ciciretti, sulla fascia destra, che salta tre uomini e serve Ardemagni, steso da Gravillon.

36′ – GOL DEL PESCARA. Mancuso realizza dal dischetto, aprendo il piatto destro e trovando l’angolo alto. Lanni intuisce, ma non può arrivare sul pallone.

34′ – Calcio di rigore per il Pescara. Su un veloce contropiede degli abruzzesi, Sottil entra in area di rigore, vince un contrasto fisico con Cavion, che poi, da terra, lo stende ingenuamente.

32′ – Ammonito Troiano. Primo cartellino giallo della gara.

31′ – Grande occasione per il Pescara. Punizione dai 20 metri di Memushaj, che scavalca la barriera e colpisce il palo esterno.

27′ – Ci prova anche il Pescara, con una conclusione dal limite dell’area di Mancuso, al termine di un’azione abbastanza confusa. La conclusione, rasoterra, si spegne a lato, senza creare troppi patemi a Lanni.

24′ – Altra occasione per l’Ascoli. Ardemagni, servito al limite dell’area piccola da un bel cross morbido di Ciciretti, prova una rovesciata spettacolare; ma sbuccia la sfera, che si spegne docilmente tra le mani di Fiorillo.

20′ – Ritmo che, dopo un avvio abbastanza sostenuto, si è ora abbassato sensibilmente. Le due squadre non vogliono rischiare nulla

14′ – Buon momento per l’Ascoli, che insiste nella sua azione offensiva, mettendo in apprensione la difesa del Pescara.

10′ – Occasione Ascoli. Azione insistita dei bianconeri, con il pallone che, dopo una carambola, finisce ancora sul sinistro di Addae, poco dentro l’area di rigore; il ghanese, tuttavia, non trova la porta, calciando sopra la traversa.

5′ – Risponde il Pescara: Crecco viene servito in area di rigore, ma con il sinistro colpisce male il pallone, che viene respinto dalla difesa bianconera.

4′ – Prima conclusione dell’Ascoli. Dai 30 metri ci prova Addae con il sinistro: palla ampiamente sopra la traversa.

1′ – Di Paolo dà il fischio d’inizio. Primo pallone dell’Ascoli.

Le due formazioni osservano un minuto di silenzio per commemorare i dieci anni dal terremoto che colpì L’Aquila.

Le squadre sono entrate in campo. Ascoli con la classica maglia bianconera, con pantaloncini e calzettoni neri; Pescara in completo totalmente arancione fluo.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.