ANCONA – Una delegazione istituzionale ed economica della Provincia del Mazandaran (Repubblica islamica dell’Iran) visiterà le Marche dal 5 all’8 dicembre. Guidata dal governatore Rabi Fallahjelodar e composta da una quarantina di persone, tra funzionari e imprenditori, sarà ospite della Regione.

Lo scorso luglio (dal 10 al 15) il presidente Luca Ceriscioli si era recato in Iran con una delegazione marchigiana formata da 41 imprenditori, su invito della Repubblica islamica, a seguito della visita dell’ambasciatore in Italia Jahanbakhsh Mozaffari che, il 10 maggio 2016, aveva scelto le Marche come prima Regione da incontrare, dopo la revoca delle sanzioni internazionali sul nucleare. Nella mattinata del 5 dicembre, gli iraniani atterreranno all’aeroporto di Falconara, per poi recarsi all’Autorità portuale di Ancona, insieme alla quale visiteranno il porto dorico.

Nel tardo pomeriggio saranno ricevuti, a Palazzo Raffaello, dal presidente Luca Ceriscioli. Martedì 6 dicembre, presso l’Ego Hotel del capoluogo, si terrà la seduta plenaria aperta agli imprenditori marchigiani interessati a relazionarsi con l’Iran. In programma anche incontri B2B con gli operatori economici iraniani. Seguiranno poi visite aziendali sul territorio, con una tappa nelle zone terremotate. Giovedì 8 la delegazione ripartirà dall’aeroporto di Falconara. Mazandaran è una delle province iraniane più densamente popolate, ricca di risorse naturali, in particolare petrolio e gas naturale.

È anche un importante produttore di pesci d’allevamento: l’acquacoltura fornisce una valida integrazione economica al reddito del settore agricolo locale. Anche il turismo contribuisce all’economia provinciale. Mazandaran si segnala, inoltre, per essere centro in rapida crescita grazie allo sviluppo delle biotecnologie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 55 volte, 1 oggi)