ASCOLI PICENO – “Per fare il salto di qualità dobbiamo fare bene contro l’Ascoli e la Spal”: questo il diktat di Stefano Colantuono, tecnico del Bari, alla vigilia della trasferta marchigiana contro l’Ascoli allo stadio Del Duca.

“Lì troveremo un campo caldo – ha aggiunto – e affronteremo una squadra in salute. Ho ultras bianconeri in famiglia, parenti di mia moglie”. Risposta simpatica del mister data la sua lunga permanenza a San Benedetto prima da giocatore e poi allenatore (anche se per una stagione ha giocato pure ad Ascoli) riportata da una nota dell’Ansa.

“Fuori casa il Bari non vola? Abbiamo fatto bene a Verona – ha spiegato il tecnico – a Pisa un passo indietro, domani dobbiamo tornare a proporre una prestazione al livello di quelle in casa. Un colpaccio ci sbloccherebbe, ma l’importante è far punti. Quando ho vinto il campionato con l’Atalanta ho conquistato 24 vittorie, nel girone d’andata solo una volta in trasferta”.

“Ascoli in emergenza? Ha Cacia, il talento Orsolini, Giorgi. Anche il Bari – ha aggiunto Colantuono – ha tante defezioni”.

(Letto 524 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 524 volte, 1 oggi)