CASTELLALTO (TE) – Nei paesi del vicino Abruzzo le condizioni sono estremamente critiche. Nel paese di Castellalto sopra Giulianova i mezzi hanno tardato ad arrivare per soccorrere le persone rimaste senza elettricità e senza possibilità di muoversi a causa del maltempo, condizioni aggravate anche dalle varie scosse di terremoto che si sono verificato nella giornata di ieri.

Il racconto di Antonella Pignoloni, rimasta bloccata per tre giorni dentro casa nella località abruzzese con la sua famiglia e un bambino di pochi mesi:”Grazie ad un amico e a mio marito che hanno spalato tanta neve quanta non ne avevo mai vista in vita mia, siamo riusciti ad uscire da San Gervasio (sommersa da oltre un metro e mezzo di neve e da alberi caduti che facevano da sbarramento) col bambino sopra la testa per quanta neve c’era. La protezione civile dopo tre giorni è venuta a liberare le strade. Ora sto andando a Castel di Lama ma un pensiero va a tutto il popolo di Castellalto che sta ancora senza luce e stamattina senza acqua. Il mal tempo ci sta  però certi disagi in Italia sono mal gestiti. Ho sentito di squadre di ruspe che hanno spalato neve dove davvero ce n’era poca, numeri delle emergenze che non rispondono, cose dell’altro mondo. Non ho parole.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.344 volte, 1 oggi)