APPIGNANO DEL TRONTO – “Praticamente in tutta Italia gli edifici scolastici non hanno i certificati di vulnerabilità sismica afferma il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli. Non è vero”. Ad affermare ciò è la prima cittadina di Appignano del Tronto, Sara Moreschini.

“Ad Appignano del Tonto, sì. Per quanto concerne la verifica sismica dell’immobile del plesso scolastico di Appignano è stata effettuata una campagna di rilievi, indagini diagnostiche e geognostiche sulla base delle quali è stata effettuata la verifica sismica delle strutture” ha affermato il sindaco del borgo ascolano.

“Le relazioni hanno attestato che la struttura esistente risulta soddisfacente sia in termini di capacità resistente che di capacità deformativa (tutti gli indicatori calcolati risultano superiori ai limiti di legge) – prosegue Sara Moreschini – Inoltre fra giugno e agosto, sempre per garantire la massima sicurezza dell’edificio scolastico, sono stati effettuati ulteriori interventi migliorativi dal punto di vista sismico, ovvero intervento sui maschi murari in corrispondenza delle aperture sul lato nord nei due bracci minori dell’edificio scolastico (cerchiaggi alle finestre dei bagni) e intervento di protezione contro lo sfondellamento dei solai (controsoffitti antisfondellamento nelle aule)”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 123 volte, 1 oggi)