ASCOLI PICENO – Umore opposto per Venturato, allenatore del Cittadella, dopo la sconfitta subita nel pomeriggio del 18 marzo al Del Duca contro i bianconeri.

“Ho deciso di parlare poco degli arbitri: rimanere in dieci a settanta minuti dalla fine era difficile. Una scelta affrettata – afferma il mister – Abbiamo cercato di adattarci e abbiamo creato qualcosa di importante ma il risultato è questo, ci condanna anche la mancata marcatura dal corner”.

Venturato aggiunge: “Dalla panchina non ho capito se fosse rigore o meno, è una scelta. Spesso non se ne danno di clamorosi quindi forse oggi era generoso. Avrei preferito giocare alla pari naturalmente, non con uno in meno”.

Conclude l’allenatore del Cittadella: “Un’espulsione che ci ha condannato. Anche all’andata è successo con l’Ascoli. Mi sembra una situazione strana ma l’accetto non voglio alibi: alziamo la testa e guardiamo avanti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)