ASCOLI PICENO – E’ iniziato il processo a carico di Enzo Rendina, il terremotato che fu arrestato il 30 gennaio ad Arquata del Tronto perché non voleva lasciare il paese nonostante era stata emanata un’ordinanza di sgombero dal borgo, firmata dal sindaco Aleandro Petrucci, dopo la scossa del 30 ottobre.

A quanto riportato dall’Ansa, non era presente in aula l’uomo. L’accusa ha presentato come testimoni due carabinieri e due pompieri.

Il programma “Le Iene” dedicò allo sfollato un servizio (CLICCA QUI). Enzo Rendina attualmente è ospite in un albergo della Riviera. Il processo riprenderà il 5 giugno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)