ASCOLI PICENO – Gli allevatori delle zone terremotate possono chiedere i contributi per il sostegno delle loro attività entro il 27 marzo 2017. Le risorse disponibili sono quelle previste dalla Strategia nazionale per la crisi del settore lattiero caseario e zootecnico. Il pagamento degli aiuti avverrà entro i primi giorni di aprile, a cura di Agea (ente erogatore).

I premi ammontano a 400 euro per i bovini, 60 per gli ovini, 20 per i suini e 100 per gli equini. Beneficiarie sono le aziende del cratere e quelle fuori cratere, ma con danni certificati da scheda Aedes o Fast.

Lo ricorda l’assessore regionale all’Agricoltura, Anna Casini, che sollecita una rapida adesione da parte degli interessati: “In considerazione della particolare natura degli interventi in questione e per agevolare al massimo gli adempimenti in carico agli allevatori, la presentazione delle domande avviene in modo precompilato, utilizzando sia le informazione già presenti nella Banca dati nazionale del ministero della Salute, che quelle del Fascicolo aziendale, attraverso l’apposita funzionalità pubblicata nel Sian, la piattaforma nazionale a servizio degli agricoltori. Quelli che hanno conferito mandato a un Centro di assistenza agricola (Caa), troveranno la domanda di presentazione precompilata. Il Caa provvede a trasmetterla telematicamente tramite il portale Sian (www.sian.it) e a consegnare, a ciascun richiedente, la ricevuta di avvenuta presentazione della domanda, rilasciata sempre dal Sian”.

L’assessorato regionale all’Agricoltura ha sollecitato i Caa delle Marche a provvedere, con urgenza, alla presentazione delle domande, avvisando anche le imprese beneficiarie che non avessero provveduto alla conferma dell’avvenuto ricevimento della domanda precompilata, in modo da agevolare al massimo gli adempimenti in carico degli allevatori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 41 volte, 1 oggi)