ASCOLI PICENO – Nella mattinata del 24 marzo, alle 12.30, si è svolta una conferenza stampa del Partito Democratico della provincia di Ascoli nella sede provinciale in via Luigi Mercantini.

Erano presenti Agostini, Terrani, Gaspari, Bellini, Ameli e Di Vita.

Sono stati affrontati vari temi e fra i più caldi il “caso” del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle ascolano, Massimo Tamburri, dopo alcune frasi scritte su Facebook ai danni del Pd, dei militanti e degli elettori.

Sui Social Network Tamburri ha scritto che “il Partito Democratico e i suoi alleati sono la mafia” e altri riferimenti mafiosi.

Ciò ha creato la reazione dei militanti Pd che hanno annunciato una querela ai danni del consigliere grillino.

“Siamo gli eredi di Pio La Torre e Piersante Mattarella, Tamburri vada a studiarsi i libri –affermano gli esponenti del Pd ascolano–. Queste frasi sono deplorevoli. Il Pd tutelerà la propria immagine e quella dei suoi iscritti nelle sedi opportune”.

Agostini ha affermato: “Il nostro avvocato ha detto che possiamo procedere per diffamazione aggravata”.

(Letto 266 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)