OFFIDA – Stanco di aspettare invano, per salvare le sue mucche da concorso messe a rischio dal sisma ha deciso di costruirsi da solo una stalla provvisoria e dare un riparo agli animali lasciati per mesi al freddo per il mancato arrivo dei moduli promessi. E’ la storia di Vincenzo Massi, allevatore terremotato della Coldiretti di Offida, uno dei comuni del cratere, che a causa delle scosse ha avuto la stalla e la casa inagibili e il fienile crollato.

Visti i ritardi nell’arrivo delle stalle provvisorie Massi è ricorso all’ordinanza “azzera burocrazia” (la numero 5), che consente agli agricoltori di costruirsi da soli le strutture. In 20 giorni è nata cos’ la stalla provvisoria, con il sostegno di professionisti messi a disposizione dalla Coldiretti Ascoli Fermo.

”Una svolta – conclude Coldiretti – che apre la strada ai tanti altri allevatori che vogliono utilizzare questa opportunità provvedendo in proprio alla costruzione delle stalle”

(Letto 163 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)