Ascoli Piceno – Una piattaforma multimediale di formazione a distanza per sostenere e accompagnare i disoccupati e i percettori di ammortizzatori sociali (Naspi) nella ricerca di una occupazione: è questo l’innovativo strumento promosso dal Centro per l’Impiego di Ascoli Piceno. I contenuti e le finalità del progetto sono state presentate stamani ad Ascoli, nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del vice presidente della Regione Marche Anna Casini, dell’assessore regionale al Lavoro Loretta Bravi e del vice presidente della Provincia Valentina Bellini. In sala presenti anche i dirigenti regionali dei servizi competenti, il responsabile del Centro per l’Impiego e lo staff dell’Ente che ha curato il progetto.

La piattaforma on-line, denominata “Pal Extra”, ospita inizialmente un corso incentrato sulle principali tecniche di ricerca attiva di lavoro. Il modulo si compone di sette video-lezioni realizzate interamente dagli operatori e funzionari dell’Ente che si sono cimentati nel compito inedito, di fronte ad una videocamera, di illustrare brevemente alcune tematiche di tale settore quali, ad esempio, la ricerca attiva di un lavoro, la redazione del curriculum vitae e della lettera di presentazione, la preparazione ad un colloquio di lavoro con relativa simulazione. Il corso online prevede, inoltre, la consultazione di alcune video-schede di presentazione dei diversi servizi gratuiti proposti all’utenza dal Centro per l’Impiego.

Come noto, si tratta di un intervento formativo che rientra nelle disposizioni del decreto legislativo 150 del 2015 (Jobs Act) che, tra l’altro, ha introdotto il patto di servizio ossia un accordo che deve essere obbligatoriamente sottoscritto dal lavoratore per poter usufruire dell’indennità di disoccupazione. Accordo che prevede che il soggetto disoccupato si impegni attivamente frequentando iniziative, seminari e laboratori nella ricerca attiva di una occupazione.

Da ora, accanto alle iniziative che da tempo il Centro per l’Impiego svolge con attività in aula come seminari e laboratori orientativi, si affianca la possibilità per ogni utente disoccupato di seguire direttamente da casa le lezioni accendendo a questa innovativa attività di formazione con una propria autenticazione e rispondendo a semplici questi sui argomenti trattati nei contributi video.

“Oggi per le amministrazioni locali sostenere il mondo del lavoro significa avere creatività e promuovere la ripresa anche con l’utilizzo delle nuove tecnologie – ha evidenziato la vice presidente della Provincia Bellini – la sfida è quindi diffondere tutte le opportunità utili a disposizione degli utenti e di facile accessibilità e, in questa prospettiva, la Provincia può fare da cassa di risonanza nel rispetto delle relative competenze e in stretta sinergia con tutte le istituzioni interessate”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)