ARQUATA DEL TRONTO – Vari manifestanti hanno bloccato la SS ‘Salaria’ a Trisungo, frazione di Arquata del Tronto.

“La ri-scossa dei terremotati” il tema del presidio che si svolge in contemporanea a Roma e nei vari luoghi colpiti dal sisma. A Trisungo, sotto le rovine di Arquata, ci sono circa 200 persone, ma la gente continua ad arrivare.

A quanto riportato dall’Ansa, oltre ai terremotati del luogo e di Acquasanta Terme ci sono delegazioni di Castelluccio, Cascia, Samugheo.

“Rispettate il nostro dolore e le vostre promesse”, “Non molliamo”, “Arquata vive”, “Arquata non muore” le scritte su striscioni e cartelli. I manifestanti hanno portato un trattore, ma qualcuno ha collocato lungo la strada anche un tavolo con delle sedie. Sul luogo polizia, carabinieri e polizia municipale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)