ASCOLI PICENO – L’Ascoli cede al Carpi nel finale una partita che poteva tranquillamente terminare in parità.  Aglietti sceglie la Gigliotti e Mengoni in difesa con Mogos e Almici sui lati, sulla fascia sinistra si rivede Giorgi, lato sul quale i bianconeri soffrono di più in questo inizio di match, Bianchi e Addae al centro e Orsolini sulla fascia destra, coppia Cacia-Favilli in avanti. Due traverse colpite per parte nei primi 20 minuti. Letizia è imprendibile sulla fascia destra. Poi il centrocampista si accentra e nascono alcune azioni pericolose. L’Ascoli soffre il palleggio avversario nella prima frazione ma va in avanti con Cacia al 39esimo. Palla a cercare Favilli in area, l’attaccante si invola, stope e dribbling sul difensore, palla a servire Cacia a centro area, tocco sotto del bomber calabrese che infila in rete scavalcando Belec. decima rete in campionato per l’attaccante. Arriva puntuale però il pareggio del Carpi dopo pochi minuti  corner  palla a centro area e piazzato di piatto di Gagliolo che si infila sotto le mani di Lanni sul palo destro.

Ripresa con i bianconeri più in palla, al  5′ lancio perfetto di Giorgi per Orsolini, stop dell’esterno in area e colpo sotto, Belec riesce a respingere. Al 31′ l’Ascoli recrimina un rigore per fallo in area di mano del Carpi, poi al 35′ Lasagna serve a rimorchio Lollo in area che tira di prima intenzione e colpisce la traversa. Escono Cacia per Perez e Giorgi per Lazzari, che non da il giusto apporto e l’Ascoli soffe sulla sua fascia.  Almici viene espulso al 37esimo lasciando l’Ascoli in dieci, e al 41′ . Sabbione va in gol, tiro a mezz’altezza da 40 metri e palla che si infila alla destra di Lanni. Poi al 48′ altro rigore recriminato dall’Ascoli per fallo subito da Lazzari in area, l’arbitro però fischia a favore del Carpi. Dopo 5 minuti di recupero al 50esimo termina il match

Patron Bellini: “Sono ancora molto ottimista, la squadra c’è e non può essere che ogni domenica sia la stessa penso che già da domenica prossima le cose si rimetteranno bene già dalla prossima partita. Oggi abbiamo giocato bene ma l’arbitro ci ha negato un rigore netto, allora che possiamo fare.  Ci servono sette punti, abbiamo scontri diretti e con le penalizzazione ci basteranno 45 punti penso. Mi dispiace per questa salvezza così’ ma abbiamo avuto degli infortuni importanti si è battuta con 5 riserve e non abbiamo perso per colpa nostra. Dobbiamo sempre supportarla e continuare così con questo supporto. Abbiamo 4-5 nazionali, mai successo ad Ascoli siamo una squadra giovane e col passare del tempo vedrete una squadra veramente competitiva per le prime posizioni. Oggi abbiamo preso gol che si potevano evitare ma a volte succede. Bravo Addae dobbiamo rinnovare se ci fosse stato a Salerno sarebbe stata un’altra storia. Il Centro sportivo sta andando avanti e già ci stiamo muovendo sul mercato per essere più competitivi.”

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 216 volte, 1 oggi)