Ascoli Piceno – Alla vigilia del match tra Ascoli  Frosinone, parla il mister bianconero Aglietti:

Da un punto di vista fisico stiamo recuperando abbastanza bene, mentre da un punto di vista psichico le tre battute d’arresto consecutive hanno lasciato qualche scoria. Sappiamo che col Frosinone servirà una prestazione superiore alle ultime due gare. Vediamo se riuscirò a recuperare tutti, c’è Bianchi che ha preso una botta e lo valuterò meglio domani. Il Frosinone ha grande fisicità, è una squadra molto esperta, quella che due anni fa ha vinto il campionato e che ha conservato in gran parte la stessa ossatura; è chiaro che il match di domani è un crocevia importante per la nostra salvezza, giochiamo a casa nostra, anche se questo finora non ha rappresentato un vantaggio, ma dobbiamo svoltare perché 5 delle ultime gare le disputeremo al Del Duca. Mi aspetto una partita intensa, delicata, l’avversario ha qualcosa in più sotto l’aspetto tecnico, ma noi dovremo mettere in campo quel qualcosa in più che può consentirci di ottenere il risultato. Penso che il Frosinone sia la squadra con l’undici più forte per qualità, forza fisica, esperienza; non è un team spettacolare, ma molto pratico. Come si blocca? Non subendo il timore reverenziale della loro classifica, ma giocando da squadra sbarazzina. Non so se sarà possibile tenere ritmi alti per via della terza gara in una settimana, ma possiamo sfruttare qualche situazione che abbiamo provato in allenamento e che potrà metterli in difficoltà”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 54 volte, 1 oggi)