ANCONA – Il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, e il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, hanno siglato nei giorni scorsi un protocollo di azione per la vigilanza collaborativa preventiva per la realizzazione di grandi opere pubbliche.

Nello specifico gli affidamenti oggetto di “vigilanza collaborativa” riguardano: la nuova struttura ospedaliera materno infantile ad alta specializzazione “G. Salesi” all’interno del complesso ospedaliero di Torrette di Ancona e il nuovo Ospedale Marche Nord (integrazione degli ospedali di Fano e di Pesaro).

Il documento nasce dalla richiesta inoltrata all’Anac dalla Regione un anno fa circa in merito alla riorganizzazione delle reti cliniche che prevede l’accorpamento di alcuni ospedali esistenti con la realizzazione di moderne strutture polifunzionali. Attivare la vigilanza collaborativa significa rafforzare e assicurare la correttezza e la trasparenza delle procedure di affidamento per opere il cui elevato valore economico complessivo le espone al rischio di tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata.

“Un ulteriore segnale che rafforza e assicura trasparenza e correttezza amministrativa – sottolinea il presidente Ceriscioli – su procedure di affidamento particolarmente delicate e fondamentali per la vita del territorio e su cui i cittadini esigono giustamente la massima limpidezza”.

Sono oggetto di verifica preventiva documenti di determinazione a contrarre e gli atti della procedura di affidamento come bandi di gara, disciplinari, capitolati, schemi di contratto, provvedimenti di nomina dei commissari, elenco degli operatori economici, verbali di gara, provvedimenti di aggiudicazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 52 volte, 1 oggi)