ASCOLI PICENO – Ascoli e Jesi unite nel nome dell’arte. Nella mattinata del 13 maggio, nella Sala De Carolis e Ferri, l’associazione Arma di Cavalleria ha consegnato nelle mani del sindaco ascolano Guido Castelli, i proventi derivanti durante uno spettacolo di beneficenza svoltosi a Jesi l’8 aprile scorso dal titolo “Con il cuore oltre l’ostacolo”.

Il ricavato verrà utilizzato per il restauro della Pala “La resurrezione di Cristo” di Giacinto Brandi, sita nella chiesa di S. Angelo Magno e fortemente danneggiata dal terremoto del 30 ottobre.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre al primo cittadino, il Direttore dei Musei Civici di Ascoli Piceno Stefano Papetti, il Consigliere Nazionale dell’associazione Arma di Cavalleria Romano Bartera, il vice presidente del Circolo Cittadino di Jesi Carla Saveri, il Conte Giovanni Martines Augusti presidente del 7° Lancieri Milano e il giornalista Giancarlo Bassotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)