ARQUATA DEL TRONTO – ”Finalmente ci ritroviamo qui ad Arquata. Siete sparsi fra Ascoli Piceno e San Benedetto, senza di voi questo paese è morto, ma a settembre inizierete le lezioni qui e di questo ringrazio la Fondazione La Stampa-Specchio dei Tempi e John Elkann in particolare”.

Queste le parole del sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci rivolgendosi ai bambini che hanno partecipato alla posa della prima pietra della nuova scuola il 19 maggio.

”Spero che entro l’estate siano pronte anche tutte le casette, così da far tornare qui le famiglie e voi nel nuovo edificio scolastico alla cui inaugurazione spero sia presente, come oggi, John Elkann, insieme al sindaco di Torino Chiara Appendino che mi ha promesso che ci sarà”.

Petrucci non ha rinunciato poi ad una delle sue battute: ”Quando vedete in giro le Jeep, sappiate ragazzi che lui è il proprietario – ha detto indicando il presidente della Fiat – Da noi ne girano poche, siamo povera gente, sa…” ha scherzato il sindaco con John Elkann.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)