ANCONA – Attività produttiva in crescita modesta (+0,6%) e attività commerciale sull’estero in affanno, dinamica occupazionale peggiore di quella nazionale, ma le aziende continuano a credere in un miglioramento.

In sintesi, è questo il Rapporto 2016 sull’industria marchigiana, curato dal Centro Studi di Confindustria Marche in collaborazione con Nuova Banca Marche-Gruppo Ubi Banca, presentato il 26 maggio ad Ancona nell’ambito del MarketPlaceDay, evento di Confindustria dedicato al networking delle imprese.

La produzione industriale è cresciuta dello 0,6% rispetto al 2015, contro il +1,2% della media nazionale. Le vendite sono aumentate dello 0,7%, con un +1,1% nel mercato interno e l’export stazionario (+0,2%).

Tutti i settori registrano un calo dell’occupazione: i disoccupati sono circa 4.500 in più

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 47 volte, 1 oggi)