ASCOLI PICENO – Proseguono a pieno ritmo, a palazzo San Filippo di Ascoli, le Conferenze dei Servizi decisorie per acquisire i nulla osta e pareri necessari alla realizzazione delle opere di ripristino, previste nel primo stralcio di interventi Provincia-Anas, per la messa in sicurezza delle arterie stradali gravemente danneggiate dagli eventi sismici di agosto e ottobre scorsi.

Nei giorni scorsi i lavori che hanno ricevuto il via libera ammontano complessivamente a circa 2 milioni e mezzo di euro. Alle riunioni erano presenti il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, il Sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci, i funzionari dell’Anas, ente individuato come soggetto attuatore degli interventi dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, i funzionari del Genio Civile e della Difesa del Suolo della Regione Marche, del Servizio Viabilità della Provincia, dell’Ufficio Tecnico del Comune di Arquata e di vari servizi tecnici.

Oggetto di intervento di particolare interesse per la comunità locale sarà quello riguardante il tratto della S.P. 129 Trisungo di Arquata – Tufo posto tra il Km. 4+600 in corrispondenza dello svincolo della SS 685 delle Tre Valli Umbre e al Km. 7+200, in corrispondenza dell’ingresso al Comune di Arquata del Tronto. Il progetto esecutivo dell’importo di circa 1 milione e 800 mila euro prevede l’attuazione di tutta una serie di opere per la messa in sicurezza dell’infrastruttura da varie tipi di criticità e instabilità: paratie e gabbionate per il ciglio di valle, barriere paramassi, reti, muri di controripa e chiodatura di blocchi rocciosi instabili.

I lavori, che dovrebbero iniziare entro il mese di luglio, consentiranno la riapertura della strada garantendo così a numerosi nuclei familiari residenti nel Comune di Arquata di poter far rientro alle loro abitazioni.

Gli altri due interventi, che hanno ricevuto oggi il disco verde da parte degli enti interessanti, riguardano sulla S.S. 4 Salaria di competenza dell’Anas. Si tratta di opere di difesa da caduta massi mediante il posizionamento di barriere paramassi e rafforzamenti corticali attraverso reti ancorate in aderenza per un investimento complessivo di circa 700 mila euro. I due tratti della Salaria oggetto di manutenzione straordinaria sono situati: uno al Km 150 e l’altro al Km 159+100. I lavori della durata di circa 100 giorni saranno attivati tra luglio e settembre e avranno riflessi positivi anche per l’ulteriore rafforzamento della sicurezza della S.P. 129 limitrofa alla Strada Salaria.

“Con continuità si sta dando seguito alla prima fase dei piano stralcio degli interventi Provincia-Anas – evidenzia il Presidente D’Erasmo – c’è un impegno sinergico e proficuo da parte di tutte le istituzioni e gli enti preposti per dare risposte concrete alla riattivazione del sistema viario fortemente compromesso dalle scosse di terremoto che si sono o susseguite dal 24 agosto in poi”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)