ANCONA – “La mobilità dei lavoratori è estremamente importante: significa capacità di scegliere, di darsi una opportunità, di esprimere un giudizio, di confrontarsi e di migliorarsi. Significa favorire l’andata all’estero, ma anche il ritorno, superare il clichè della “fuga dei cervelli” a favore di un progetto a supporto di quell’alta formazione e di quei mestieri a tutela della qualità e delle peculiarità che il nostro territorio offre. L’idea di fondo è permettere ai giovani, ai datori di lavoro e alle aziende di fare un’esperienza all’estero ed uno scambio di buone pratiche per gestire al meglio un’impresa, per poi applicare quanto imparato anche in loco. I nostri ragazzi fanno bella figura in America? Vorrei che potessero farla anche qui”.

Così l’assessore al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi che, con il suo saluto, ha dato il via alle due giornate di approfondimento sul tema “Il progetto di formazione degli assistenti Eures” organizzate dall’Ufficio coordinamento nazionale Eures ad Ancona nella sede di Palazzo Li Madou.

Tre gli obiettivi dell’iniziativa: integrazione, valore aggiunto e miglioramento del servizio. Cinque le tematiche dei gruppi di lavoro: comunicazione, servizi ai lavoratori, servizi alle imprese, collaborazione con gli stakeholders, giovani e mobilità.

“Obiettivi precisi e tematiche molto interessanti – ha detto ancora l’assessore – Al termine di queste giornate sarà importante avere un feedback delle attività di gruppo da mettere in rete per poter poi calare i risultati nelle realtà territoriali come i Centri per l’impiego al fine di un miglioramento del rapporto domanda e offerta di lavoro e di risposta al fabbisogno del mercato in termini di formazione”.

Eures è una rete di cooperazione creata dall’Ue per agevolare il libero movimento dei lavoratori nei 28 paesi dell’UE, oltre che in Svizzera, Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Fra i partner della rete possono esservi servizi pubblici per l’impiego, servizi per l’impiego privati, sindacati, organizzazioni dei datori di lavoro e altri importanti soggetti del mercato del lavoro. I partner forniscono servizi di informazione, collocamento e assunzione ai datori di lavoro e alle persone in cerca di un impiego, mentre gli uffici di coordinamento europeo e nazionali presiedono all’organizzazione delle attività rispettivamente a livello europeo e nazionale.

Un altro ruolo importante svolto da Eures è mettere a disposizione informazioni specifiche e facilitare il collocamento a vantaggio dei datori di lavoro e dei lavoratori frontalieri nelle regioni transfrontaliere dell’Europa. Nella pratica Eures fornisce i propri servizi attraverso il portale e una rete di consulenti che sono in contatto giornaliero con le persone in cerca di un impiego e i datori di lavoro di tutta Europa

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 51 volte, 1 oggi)