ANCONA – La Regione Marche aderisce alla “Task force edilizia scolastica” promossa dal Governo nazionale. L’obiettivo è quello di accelerare gli interventi sulle scuole, in particolare nelle zone terremotate.

La Giunta regionale ha approvato il  protocollo di adesione che verrà sottoscritto prossimamente.  I tecnici dell’Agenzia per la coesione territoriale collaboreranno per accelerare l’attivazione dei cantieri e garantire il regolare svolgimento dell’anno scolastico 2017/2018. L’Agenzia ha già firmato una specifica intesa con il commissario straordinario per la ricostruzione dei territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dal sisma.

“Le Marche intendono avvalersi, anche a seguito del terremoto, della collaborazione dell’Agenzia per garantire un impulso e un’accelerazione degli interventi di edilizia scolastica – afferma la vice presidente Anna Casini, assessore ai Lavori Pubblici – La sinergia fra istituzioni è fondamentale per assicurare una rapida ripresa dei centri danneggiati”.

La task force è stata attivata dal Governo per accompagnare le amministrazioni centrali e regionali nell’attuazione della programmazione comunitaria e nazionale 2007-2013 e 2014-2020.

Si avvale del lavoro di tecnici dell’Agenzia per la coesione territoriale e della Struttura di missione per l’edilizia scolastica della presidenza del Consiglio dei ministri. Affianca già le Regioni Calabria, Campania, Sicilia, Basilicata, Lazio, Puglia e Lombardia, con altre richieste di attivazione in corso. Particolare attenzione dedica agli interventi nelle zone a rischio sismico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 53 volte, 1 oggi)