ASCOLI PICENO – Nella scorsa notte, verso le ore 3, gli operatori della Volante della Questura di Ascoli Piceno, fermi ad un posto di controllo effettuato in Porta Maggiore notavano una Fiat Panda che, proveniente da Viale Indipendenza diretta verso il centro, città zig- zagava sulla carreggiata.

Gli agenti, arrivata alla propria altezza, gli intimavano l’alt ma il conducente anziché  rallentare la marcia, accelerava e addirittura tentava di investire il poliziotto.

Iniziava un immediato inseguimento della vettura che terminava in piazza della Viola. Al momento della discesa dal veicolo il conducente, identificato per un giovane nato a Roma nel 1993, risultava in evidente stato di ebrezza, per cui gli operatori facevano intervenite la pattuglia della Polizia Stradale per procedere al controllo del tasso alcolemico.

Gli agenti del Distaccamento Polstrada di Amandola una volta giunti sul posto provvedevano a sottoporre il ragazzo con l’apparecchio precursore il quale risultava positivo.

Al momento dell’effettuazione dell’alcol test il ragazzo andava in escandescenza e tentava  repentinamente si darsi alla fuga, e solo dopo una violenta colluttazione veniva immobilizzato, arrestato e accompagnato presso gli Uffici della Questura per le pratiche giudiziarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 634 volte, 1 oggi)