ASCOLI PICENO  – La 56^ edizione della Coppa Paolino Teodori è stata vinta dal pilota trentino Christian Merli. Il confronto entusiasmante tra Merli e il cosentino Domenico Scola (vincitore di gara2) si è risolto per l’inezia di 17 centesimi di secondo, dopo una seconda manche estremamente appassionante che ha visto Scola, Merli ed il sassarese Omar Magliona racchiusi in un solo secondo.

Merli ha potuto prevalere per la migliore adattabilità della sua Osella sui tratti veloci della parte finale del percorso. La manifestazione organizzata dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo e dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno ha visto al via 207 concorrenti ed ha avuto regolare svolgimento, con le alte temperature ambientali che hanno reso faticoso l’impegno per concorrenti, addetti ai lavori e pubblico.

Podio quindi spettacolare, con Magliona con la Norma del team Faggioli, ed al quarto posto ha chiuso il catanese Domenico Cubeda, dimostratosi quarta forza in questa gara ascolana, quinta prova dell’Italiano Montagna, con validità anche come sesta prova della Coppa Internazionale della Montagna e quarta prova del Trofeo Italiano. Nel gruppo GT si è imposto il foggiano Lucio Peruggini (Ferrari 458 GT3), mentre nel gruppo E1 ha vinto il pilota di Pergola Marco Sbrollini su Lancia Delta Evo, migliore dei marchigiani, in questa stagione da leader di gruppo E1 Italia nel CIVM. Successo per il potentino Achille Lombardi (Osella Pa21S Evo-Honda) nel gruppo CN, con il rivale Luca Ligato costretto al ritiro prima di gara2 per una rottura di un semiasse. Successi annunciati anche per il bolzanino Rudi Bicciato in gruppo A e per il trentino d’origine campana “O’Play” in gruppo N, entrambi su Mitsubishi Lancer. Nella Racing Start acceso confronto tra il fasanese Giacomo Liuzzi che si è imposto per tre decimi sul reatino Antonio Scappa, mentre nella Racing Start Plus successo per il fasanese Francesco Savoia, tutti su Mini Cooper S.

Tra Le Bicilindriche vittoria di Oronzo Montanaro (Fiat 500), altro pilota fasanese. Nella gara di contorno per le auto storiche il trentino Adolfo Bottura (March 712M) ha battuto l’osimano Antonio Angiolani (March 783) e si è aggiudicato il Trofeo Giovanni Cadorna Paoletti. Per i premi speciali istituiti dall’organizzazione l’ascolano Emidio Romoli si è aggiudicato il Trofeo Cenciarini per l’alto numer di partecipazioni, mentre la 20enne all’aquilana Maria Giulia De Ciantis è stato assegnato il Trofeo Cappelli per il pilota più giovane debuttante. Miglior under 25 è risultato l’eugubino Giovanni Rampini (Osella Pa21S-Honda). La classifica Dame ha visto prevalere la milanese Rachele Somaschini su Mini Cooper S.

Classifica assoluta: 1° Merli (Osella Fa30 Evo-Fortech) in 4’23”27; 2° Scola (Osella Fa30-Zytek) 4’23”44; 3° Magliona (Norma M20FC-Zytek) 4’26”28; 4° Cubeda (Osella Fa30-Zytek) 4’31”29; 5° Conticelli F. (Osella Pa2000-Honda) 4’36”19; 6° Conticelli V. (Osella Pa30-Zytek) 4’43”23; 7° Lombardi (Osella Pa21S Evo-Honda) 4’43”58; 8° Caruso (Radical SR4) 4’50”08; 9° Pezzolla I. (Osella Pa21 Jrb) 4’53”58; 10° Rea (Ligier JS51-Honda) 4’54”08.

(Letto 141 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)