ANCONA – Pagamenti in arrivo sin da luglio per un totale di 4,2 milioni di euro destinati a 1000 borse lavoro over 30 nelle aree del sisma. A queste si aggiungono altre 800 borse lavoro per un totale di 3,1 milioni di euro che saranno assegnate alla luce delle attività istruttoria effettuata dai Servizi Territoriali.

La giunta regionale ha approvato il 28 giugno su proposta dell’assessore al Lavoro, alla formazione e all’istruzione Loretta Bravi una convenzione con l’Inps per  l’avvio, con carattere di urgenza,  delle procedure di collaborazione al fine di permettere l’erogazione delle indennità, anche per chi percepisce ammortizzatori sociali, dal mese di luglio 2017.

“Tramite la Convenzione – spiega l’assessore Bravi – viene stabilito il percorso di collaborazione istituzionale tra la Regione Marche e INPS per un’attività d’interesse comune, quale l’erogazione delle indennità di partecipazione alle borse lavoro a favore di una collettività di cittadini attualmente in situazioni svantaggiate. Con questo atto, insieme alla copertura finanziaria, si garantiscono i pagamenti fino ad ottobre. La Regione Marche intende procedere anche allo scorrimento delle graduatorie provinciali già approvate a favore dei 1000 soggetti over 30, e di assegnare le borse valutate positivamente raggiungendo circa 1800 destinatari  in totale”.

Sono infatti circa 800 le ulteriori borse che possono essere assegnate alla luce delle attività istruttoria effettuata dai Servizi Territoriali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)