ARQUATA DEL TRONTO – L’operaio che il 12 luglio ha avuto un incidente nel cantiere della scuola di Borgo  sta meglio. Verrà trasportato in Austria, grazie alle risorse messe a disposizione dalla fondazione “Lo specchio dei tempi”.

La scuola, intanto, sta prendendo forma e i lavori rispettano i tempi previsti. La fondazione “Lo specchio dei tempi” ribadisce di riuscire a consegnare, entro la metà del mese di settembre, l’edificio pronto.

I lavori proseguono sia ad Arquata che a Vipiteno, per realizzare una struttura che sarà di 1000 metri quadrati. Sono previste due aule doppie dell’infanzia, cinque aule della sezione primaria, cucina industriale, mensa, biblioteca- aula informatica, presidenza, sala professori.

L’edificio sarà ecocompatibile, autonoma a livello energetico, antisismica con pareti di 31 centimetri di larghezza. La fondazione “Lo specchio dei tempi” prevede anche opere esterne e arredi con un valore che sfiora i 2.5 milioni di Euro.

La scuola rappresenta un nuovo inizio e la possibilità per i bambini di tutte le frazioni di ritrovarsi uniti.

Angelo Conti e l’intera squadra, che ruota attorno al progetto ambizioso di restituire un edificio sicuro e all’avanguardia al comune di Arquata del Tronto, rappresentano la sicurezza di una gestione controllata e fatta su misura del territorio e delle sue esigenze.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)