ANCONA – Nella seduta del 13 luglio la giunta regionale ha approvato una delibera che sblocca 202 milioni di euro di fondi sanitari. Si tratta di risorse relative ad avanzo vincolato e che possono finalmente essere utilizzati per il territorio marchigiano.

“Ringraziamo il governo per avere appoggiato il nostro emendamento – spiega il presidente della Regione Luca Ceriscioli – fondi accumulati dal bilancio sanitario grazie a comportamenti virtuosi dell’amministrazione. Una deroga concessa dal governo solo per le amministrazioni virtuose e che comunque rientra nelle regole dell’avanzo di bilancio. La nostra regione infatti è per il secondo anno consecutivo al primo posto per qualità dei servizi e costi del sistema sanitario, condizione che ci permette ogni anno di avere delle risorse in più da spendere. Nel corso delle prossime settimane la giunta sarà chiamata a riprogrammare le risorse attraverso atti e delibere che entreranno nello specifico su come verranno utilizzati parte di questi fondi: dagli investimenti per i danni subiti dal sisma agli investimenti per le aziende. Uno degli atti conseguenti sarà l’approvazione in giunta di una proposta di legge che il consiglio regionale dovrà approvare in via urgente. Una Pdl che metterà a disposizione risorse aggiuntive aventi natura di inderogabilità. Per poter disporre di questi fondi infatti occorre un’approvazione in via d’urgenza in consiglio regionale perché queste risorse dovranno essere impiegate entro il 2017. Serve dunque un contributo importante del Consiglio che riceverà la legge già nella giornata di lunedì a seguito della Giunta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 42 volte, 1 oggi)