ASCOLI PICENO – Costruire un dialogo interculturale, rispettare i diritti umani e promuovere la tolleranza tra le nazioni. Tutto questo è stato “Make a Step Forward”, progetto tenutosi a San Benedetto del Tronto e Monteprandone che è approdato anche ad Ascoli, organizzato da Alceste Aubert Project Manager Erasmus+, dall’Istituto Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione insieme ai partner dell’Armenia, della Georgia, del Belgio, della Spagna, dell’Ucraina e della Grecia nell’ambito del programma Erasmus+.

Sabato 15 luglio alle ore 17.30 nella Sala dei Savi a Palazzo dei Capitani, 63 ragazzi partecipanti al progetto, accompagnati da Alceste Aubert (Erasmus Projects Manager Istituto Marcucci) hanno portato il loro saluto al Sindaco di Ascoli Guido Castelli e visitato la nostra città. Un progetto che ha voluto riunire giovani di diverso background culturale creando così una piattaforma per il dialogo interculturale.

Una risposta al crescente interesse per questioni europee come la cittadinanza europea, l’unità nella diversità e valori comuni. Ma anche un incoraggiamento ai giovani a partecipare attivamente alle attività previste per meglio comprendere la tolleranza, i diritti umani, l’unità, la cultura e il patrimonio comune europeo.

L’Istituto Marcucci supporta il territorio nella pianificazione di strategie che vedano il coinvolgimento dei giovani, attraverso il Programma Erasmus+, nella fase di rinascita dei nostri meravigliosi luoghi e di tutto il centro Italia

(Letto 127 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)