SPINETOLI – L’Ambito Territoriale XXII, di cui il Comune di Ascoli Piceno è capofila, in collaborazione con gli Ambiti Territoriali Sociali XXI, XXIII e XXIV, ha ritenuto opportuno inaugurare una nuova sede del Centro Antiviolenza Donna con Te presso il Consultorio Familiare di Spinetoli a partire da giovedì 27 luglio.

La scelta di aggiungere un’ulteriore sede del Centro Antiviolenza a quelli preesistenti di San Benedetto del Tronto e Ascoli Piceno è dovuta alla necessità di diffondere il più possibile sul territorio provinciale un servizio importante per tutte le donne che affrontano situazioni di violenze e maltrattamenti.

Fondamentale è la facilità di accesso allo sportello e quindi la prossimità territoriale diventa una scelta strategica. Il Centro Antiviolenza sarà aperto tutti i giovedì dalle 15 alle 17 in via Manzoni 3, frazione di Pagliare del Tronto.

Alcune specifiche sul funzionamento del Centro Antiviolenza Donna con Te: è gestito dall’Associazione On the Road di Martinsicuro, ed ha la funzione di offrire informazioni, sostegno, supporto e consulenza alle donne che hanno vissuto una violazione dei propri diritti in quanto donne, intervenendo in modo proattivo al contrasto del fenomeno della violenza di genere in tutte le sue coniugazioni (violenza fisica, psicologica, sessuale, economica, stalking).

Il Centro è un punto di riferimento dove le donne possono essere ascoltate, sentirsi libere di parlare della loro vita e dei loro problemi, di esprimere il loro dolore e avviare un percorso per soddisfare il loro desiderio di rivalsa.

Le donne che si recano al Centro Antiviolenza non vengono giudicate in base alle scelte passate o future, anzi viene loro garantita la totale autodeterminazione e il rispetto delle proprie decisioni: l’approccio peculiare è proprio quello di porre la donna come figura centrale e attiva, con la propria individualità e le proprie risorse, prima di tutto per porre fine a quel senso di isolamento ed
esclusione sociale che spesso vengono riportati da tale tipologia di utenza.

L’obiettivo centrale del Centro Antiviolenza è l’empowerment della donna, elemento necessario per l’uscita dalla situazione di violenza: l’equipe del Centro opera sinergicamente per accompagnare la donna in un percorso, spesso lungo e difficile, di autoconsapevolezza, di individuazione o riscoperta delle proprie capacità e delle proprie risorse personali, al fine di raggiungere l’autonomia loro negata dal maltrattante.

Il Centro Antiviolenza è oltremodo funzionale a promuovere una maggiore coscienza da parte delle donne dei loro diritti e ed in particolare quello riguardante l’autodeterminazione: le attività del Centro contribuiscono a diminuire il senso di isolamento delle donne e ad aumentare la loro autopercezione come soggetti aventi diritti.

Il Centro Antiviolenza rappresenta un punto focale anche per i servizi territoriali, quali Servizi Sociali, Forze dell’Ordine, personale sanitario, privato sociale e mondo dell’associazionismo, i quali possono certamente fungere da filtro tra le donne vittime di violenza e il Centro stesso.

La formazione di una rete attiva di collaborazione con tali attori è certamente indispensabile e funzionale ad un effettivo contrasto alla violenza di genere, oltre che ad un adeguato supporto delle donne che ne sono vittime.

Inoltre il Centro Antiviolenza può per questo rappresentare una fonte importante di informazioni e indicazioni, necessarie per un supporto efficace. Il Centro Antiviolenza ha altresì un’importante valenza sociale in senso formativo e di sensibilizzazione, poiché svolge attività di promozione e sviluppo degli obiettivi citati.

Di fatto il Centro Antiviolenza è coinvolto in attività di sensibilizzazione presso istituti scolastici e di partecipazione ad eventi e iniziative sul territorio locale, nei quali promuove una cultura di genere, il rispetto delle differenze e offre spunti di riflessione sulla società contemporanea relativamente alle problematiche legate al fenomeno della violenza di genere sulle donne. Il Centro Antiviolenza offre un servizio specialistico ed esclusivamente dedicato a quelle donne vittime di violenza, maltrattate proprio a causa di una disparità di potere legata al genere. I servizi offerti, in totale rispetto della privacy e attivati solo su richiesta della donna, sono molteplici: consulenza telefonica, consulenza informativa/orientativa, supporto psicologico, consulenza legale, accompagnamento ai servizi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)