ASCOLI PICENO – Molte ombre e poche luci per il mercato del lavoro delle Marche nel 2016, soprattutto per donne (-8,8% occupate) e giovani (31% disoccupati): tra calo di occupati (-0,8%, circa 5 mila in meno), disoccupazione in salita (dal 10 al 10,6%), con crescita (+0,6% Pil) ed export che non decollano, si è confermato un anno difficile per l’economia regionale.

Dal quadro fornito dal Rapporto dell’Osservatorio regionale del mercato del lavoro emerge però un divario tra il trend negativo dipinto dall’Istat (indagini a campione) e i dati amministrativi (comunicazioni obbligatorie), più vicini al territorio, che evidenziano un saldo positivo tra assunzioni e cessazioni (+7.216).

E’ calata la Cig (-7,5%) ma nel 2017 c’è stata un’impennata del lavoro intermittente (+6 mila) mentre è crollato il numero dei contratti a tempo indeterminato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 40 volte, 1 oggi)