MORRO – Manca poco ad un’altra importante tappa della rassegna realizzata da Neri Marcorè per rilanciare i territori marchigiani colpiti dal sisma 2016 e far riscoprire le bellezze dei parchi montani.

Il 30 luglio a “RisorgiMarche” saranno protagonisti due miti della musica italiana: Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa a Morro di Camerino. Dalle 16.30 avrà luogo il concerto gratuito. Come di consueto ci sarà la passeggiata in mezzo alla natura per raggiungere il “palco verde”, i bici o a piedi. Durante il tragitto non mancheranno le Isole del Gusto con i prodotti enogastronomici e artigianali locali a disposizione dei visitatori.

TEMPO MEDIO DI PERCORRENZA A PIEDI

Dal cancello di Morro 60 minuti (1,6 km su sentiero di montagna), ascesa 245 m, altitudine 942 m.

COSA INDOSSARE E COSA METTERE NELLO ZAINO, I CONSIGLI DEGLI ORGANIZZATORI

Considerata la pendenza e la tipologia del percorso per raggiungere l’area del concerto di Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa si raccomanda l’uso di scarponcini da montagna, evitando calzature inadatte al trekking. Il percorso non è praticabile con passeggini per bambini.

Come sempre, il concerto sarà raggiungibile a piedi e in mountain bike dalle aree parcheggio. L’ingresso ai cancelli sarà permesso fino ad esaurimento delle stesse aree parcheggio. I servizi autonomi di trasporto con bus saranno obbligati a lasciare ai varchi i propri passeggeri e parcheggiare fuori dalle aree riservate alle autovetture.

E’ consigliato di partire presto al mattino, di godersi il paesaggio e visitare i luoghi circostanti.

Indossate l’abbigliamento adeguato per una passeggiata in montagna, scarpe comode, abbigliamento da trekking, copricapo. Vi consigliamo di inserire nel vostro zaino acqua a sufficienza, cibo, occhiali da sole, magliette di ricambio, giacca a vento impermeabile con cappuccio (in caso di pioggia), crema protettiva solare, asciugamano, plaid o cuscino per sedersi sul prato. Lasciamo i prati e i sentieri puliti e belli come li abbiamo trovati: depositiamo i rifiuti negli appositi contenitori differenziati o, meglio ancora, rimettiamoli nello zaino, che dopo il concerto sarà più vuoto e leggero, per vuotarlo poi a casa. Prestate attenzione alla segnaletica collocata lungo il percorso. Evitate sentieri non segnalati.

“In accordo con Protezione Civile, Anpas e Croce Rossa Italiana per quanto riguarda l’accesso ai disabili certificati per ragioni di sicurezza, a causa del percorso molto accidentato, non potremo utilizzare mezzi specifici per il trasporto – affermano dalla direzione di RisorgiMarche – Verranno utilizzati dei fuoristrada che implicheranno la parziale mobilitazione della persona trasportata. Pertanto, questo servizio non verrà garantito per i casi particolari (ad esempio donne in stato di gravidanza o persone che necessitano di determinate strumentazioni). Per organizzare nel miglior modo possibile i trasporti, è stato deciso che il servizio verrà garantito soltanto ai disabili certificati dalle ore 10 alle 11 e limitatamente a chi ha già inviato una mail di richiesta all’indirizzo dedicato, la cui mail di risposta dovrà essere obbligatoriamente mostrata al personale addetto – concludono dalla direzione –  Al termine del concerto, le persone disabili da noi trasportate dovranno attendere il deflusso del pubblico”.

 

(Letto 6.849 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 6.849 volte, 1 oggi)