ANCONA – Tre saranno i progetti strategici che l’Asur, con una dotazione complessiva di 12 milioni e 600 mila euro stanziati dalla giunta regionale, dovrà realizzare:

organizzazione della logistica del farmaco;

realizzazione della Centrale regionale 118 e realizzazione della Centrale Unica di Risposta del numero unico emergenza europea 112 “Marche-Umbria”.

“Con il provvedimento deciso oggi – spiega il presidente Ceriscioli – diamo le gambe al precedente atto con cui si richiedeva all’Asur di individuare, acquisire o adeguare immobili o aree rispondendo alle esigenze dei progetti con una visione prospettica per la riorganizzazione dell’intero assetto logistico nei diversi ambiti di specifico intervento sanitario. Le direttive e i criteri stabiliti nel provvedimento di oggi – prosegue Ceriscioli – si ispirano proprio all’esigenza di tenere in considerazione specifiche caratteristiche ritenute strategiche anche sotto il profilo territoriale e geografico, per la realizzazione di interventi infrastrutturali che siano di ampia scala sia in termini tecnologici che di capacità ed efficacia di risposta. Una riorganizzazione che garantisca qualità e di efficienza per migliorare i servizi per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini marchigiani”.

Le direttive prevedono, infatti, che le infrastrutture da realizzare siano collocate in area esente da rischio idrogeologico e non incluse nella aree perimetrate dal Piano di Assetto Idrogeologico;

in linea con la normativa sismica sugli edifici strategici e le analisi della Condizione Limite di Emergenza (CLE);

facilmente raggiungibili da diverse diramazioni stradali e prossime alle principali arterie di collegamento;

sotto il profilo informatico le infrastrutture dovranno essere altamente affidabili riguardo ai collegamenti ai sistemi di telecomunicazione di emergenza regionali (dorsali a banda larga). 

In particolare, della dotazione finanziaria complessiva di 12 milioni e 600 mila euro, 8 milioni e 400 mila euro saranno utilizzati dall’Asur per l’organizzazione della logistica del farmaco e 4 milioni e 200 mila euro per la realizzazione della Centrale regionale 118 e della Centrale Unica di Risposta “ Marche-Umbria”.

La Giunta regionale ha infine richiesto che le operazioni di acquisizione delle aree o di adeguamento degli immobili siano completate entro febbraio 2018.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)