ASCOLI PICENO – Lo IOM Ascoli Piceno onlus da oltre ventuno anni è impegnata nell’assistenza domiciliare dei malati di tumore; oltre al Punto IOM di Offida dal 2016 si è aggiunta anche l’apertura di una sede a Comunanza per garantire i servizi nell’area montana.

Da anni viene redatto e distribuito il bilancio sociale, riportato anche sul sito dello IOM (www.iomascoli.it) per documentare il lavoro svolto ed offre una panoramica di sicuro interesse, che non può essere riassunta in poche righe. Basti pensare che nell’anno passato gli assistiti sono stati 145 (dato in costante crescita) cui sono state dedicate 3.528 ore di lavoro (con una media di 25 ore per assistito) con una spesa di 85.000 euro. L’attività dell’associazione richiede circa 3500 ore di volontariato; ad esempio all’assistenza di pratiche amministrative è stato dedicato un intero giorno alla settimana data la crescente richiesta.
L’impegno principale dell’Associazione è stato quello della assistenza domiciliare gratuita svolta da una équipe di professionisti e volontari domiciliari, fra i quali un barbiere-parrucchiere. Va inoltre rimarcato che allo scopo di rendere, nei limiti del possibile, meno dure le condizioni di vita dei pazienti ed evitare spese ai familiari, lo IOM mette a disposizione dei malati presidi sanitari (quali letti ospedalieri, carrozzine, ecc.) nel cui trasporto a domicilio sono impegnati tre volontari.
Accanto alla assistenza domiciliare di anno in anno si è sviluppato il supporto psicologico con una psiconcologa offerto ai malati e ai loro familiari. Nel 2016 a tale servizio, anche questo in crescente aumento, sono state dedicate 780 ore (comprensivi di colloqui individuali, presenza in reparto in 2 giorni settimanali e supporto alle persone colpite dal sisma ) con una spesa di oltre 24.000 euro. Inoltre da qualche mese si garantisce con volontari la gestione del front office del D.H.

Non va infine sottaciuta l’importante collaborazione offerta dallo IOM all’Ambulatorio Senologico Multidisciplinare in termini di indispensabile supporto segretariale e di assistenza psicologica (nel 2016 sono stati presi in carico 85 pazienti) istituito con il personale medico dell ‘ASUR Area Vasta n.5.

Le numerose attività dello IOM sono state possibili grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno che ha sostenuto le progettualità dell’Associazione con interventi a carattere pluriennale 2014-2016 come pure va un ringraziamento ai soci, Enti e aziende sempre vicine all’attività dello IOM.
Questo impegno è finalizzato ad assicurare ai malati, pur nei limiti posti dalla malattia, la migliore qualità della vita e il doveroso rispetto della loro dignità.
Questa breve panoramica del sostegno che lo IOM rivolge al malato e alla sua famiglia, di cui beneficia anche il sistema sanitario nazionale, è fortemente a rischio a causa della perdurante crisi economica del territorio, aggravata peraltro dal terremoto. L’Associazione continuerà a garantire i suoi servizi auspicando un supporto da parte degli Enti competenti ed un sostegno di tutta la cittadinanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 65 volte, 1 oggi)