ARQUATA DEL TRONTO – Il 13 agosto i Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno hanno ridato voce alla campana della chiesa di San Francesco di Arquata del Tronto.

La chiesa è famosa nel mondo perché al suo interno era custodita, fino al terremoto del 24 agosto scorso, una copia della Sacra Sindone.

Tra le iniziative del festival dell’Appennino, il 13 agosto si è tenuta la manifestazione “Rintocchi” nella quale si sono fatte suonare, a distesa, tutte le campane della zona, recuperate dalle macerie degli edifici sacri crollati a causa del sisma. I pompieri hanno sistemato la campana su un mezzo 4 X 4 e l’hanno trasportata fino alla frazione di Forca di Presta dove, montata su un cippo costruito dagli stessi Vigili del Fuoco, ha dato il via al concerto con i primi rintocchi, che hanno avuto una vasta eco tra le montagne ed a cui hanno risposto tutte le altre.

La campana della chiesa di San Francesco è stata fusa nel 1228, in occasione della canonizzazione del Santo patrono d’Italia ed è stata dichiarata la più antica della valle del Tronto e tra le più antiche d’Italia,

Al termine della manifestazione, sempre scortata dai pompieri, la campana è stata riportata al forte Malatesta, nel capoluogo Piceno, dove è attualmente custodita.

(Letto 146 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 146 volte, 1 oggi)