CASTEL DI LAMA – Nella mattinata del 21 agosto si è verificato un “terremoto politico” nell’entroterra ascolano.

A Castel di Lama hanno presentato le dimissioni sette consiglieri comunali: Angelini, Bochicchio, Alessandro Corradetti, Ersilio Corradetti, Re, Silvestri e Sprecacè.

“Dimissioni collettive, contestuali ed irrevocabili – affermano in una nota – allo scopo di portare allo scioglimento del Consiglio Comunale”.

Tante le discussioni, con il sindaco Francesco Ruggieri, che hanno poi portato a questa decisione: dalla questione dei contributi al caso Multiservizi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.200 volte, 2 oggi)