ARQUATA DEL TRONTO – “Il fatto che il commissario Errani avrebbe lasciato spazio a Comuni e Regioni era nell’aria da mesi. Da subito era chiaro che Errani avrebbe gestito la prima fase, costruito gli strumenti e uniformato l’impianto normativo per le quattro regioni colpite dal sisma”.

Così in una nota il vice sindaco di Arquata del Tronto, Michele Franchi.

“Ora il percorso è costruito – aggiunge – e sta a noi, i Comuni, essere protagonisti nella collaborazione istituzionale con la Regione Marche. Sinergia che fino ad ora hanno mantenuto Ceriscioli ed Errani in tutte le azioni messe in campo in questi mesi. Collaborazione e sinergia che con il presidente Ceriscioli e il Comune di Arquata è stata e continua ad essere diretta. La Regione ha infatti da sempre assecondato le nostre richieste – sottolinea Franchi – e coadiuvato su tanti fronti: dalle Sae, alle macerie. Dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa su questa strada”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 251 volte, 1 oggi)