ASCOLI PICENO – Terminato il mercato estivo è tempo di tornare a pensare al campionato, i bianconeri proseguono la preparazione alla vigilia del debutto casalingo contro la Pro Vercelli,   match in notturna  coi piemontesi, alle ore 20.30 allo Stadio Del Duca. Proseguono il lavoro differenziato Mignanelli e Mengoni, mentre Santini è sotto terapie. Altro assente Andrea Favilli, impegnato con l’Under 21 e che ieri ha disputato 45 minuti contro la Spagna. Questa mattina alle 10 rifinitura a porte chiuse al Picchio Village.

Il tecnico della Pro Vercelli, Grassadonia: “Domani sarà una partita importante, dobbiamo fare bene soprattutto mi aspetto impegno. L’Ascoli gioca bene a calcio, mi aspetto che facciano molto possesso palla, lo fanno molto bene.”

Sulla partita di domani il mister bianconero afferma che il Del Duca debba diventare il fortino dell’Ascoli:” Il gruppo ha bisogno di questo, il pubblico ci dovrà sostenere dobbiamo fare punti in casa.”

Domani arriva la Pro: “Noi arriviamo con grande entusiasmo, c’è la volontà di stare sempre in gruppo. Mengoni e Santini non ci saranno. Gli altri sono in gruppo, arriviamo bene dal punto di vista numerico e qualitativo. La Pro verrà qui per vincere – continua Fiorin – nessuno va in campo per accontentarsi. Noi idem, siamo per la prima volta al Del Duca e dobbiamo ricreare la situazione per cui chi verrà qui deve avere la percezione di dove si trovi col sostegno dei nostri tifosi. Loro si sono rinforzati e la partita col Frosinone è da prendere con le pinze aspettiamo per valutare. Si chiudono molto e ripartono bene. Non sarà facile. Dobbiamo fare una partita attenta.”

Sulla formazione: ” In avanti abbiamo delle assenze forzate e poche alternative. Dietro la punta valutiamo perché i rientranti hanno lavorato a parte. Clemenza è un giocatore che si ritaglierà il suo spazio.”

Il mister bianconero Fiorin sul calciomercato: “Il mercato non si fa negli ultimi giorni, abbiamo avuto 12 nuovi arrivi. La società ha operato secondo dei criteri, giocatori di prospettiva e di qualità. Gli emergenti li conosco avendo lavorato nei settori giovanili. Non si è riusciti a completare del tutto ma si è operato con ratio in prospettiva. Lavorare con ragazzi giovani con grande margine di miglioramento. Siamo soddisfatti del gruppo. Riusciamo a lavorare bene perché in quanto giovani sono vogliosi di crescere. Siamo contenti, i due ragazzi, Perez e Bianchi, reintegrati fanno parte del gruppo e sono stati convocati dovranno anche loro lavorare. Abbiamo bisogno di tempo e sostengo per farli crescere. Poi potranno arrivare i risultati.”

Castellano non sarà convocato in quanto non è pronto il visto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 171 volte, 1 oggi)