ASCOLI PICENO – Gli ultimi due acquisti del mercato bianconero si chiamano Giovanni Pinto e Fabio Castellano. Il primo, Pinto, terzino sinistro classe ’91 arriva dal Parma a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2018,  mentre il secondo,Castellano,  centrocampista classe’98 arriva a titolo definitivo dall’Atalanta, contratto fino al 30 giugno 2020,  nell’ultima stagione ha militato in B con la Pro Vercelli.

Pinto, terzino con propensione offensiva, 7 gol il suo record nel Grottaglie nel 2013: “la mia un operazione last minute, non sarei rimasto a Parma. Tante squadre di Lega Pro mi cercavano ma la situazione con l’Ascoli era un occasione, arrivare a 26 anni in questa categoria non è facile per me rappresenta un punto di arrivo ma anche di partenza. Sono rimasto colpito da Buzzegoli e Favilli ma tutti sono veramente validi. Sono a disposizione del mister mi dicessero di giocare sarei euforico allo stato puro. Mi adatto anche ad altri ruoli ho fatto anche il tre quartista. Tanta serie D e serie C e una pagina dedicata a te Tutti fan di Giovanni Pinto: “Sono tantissimi tifosi del Monopoli che mi seguono è vero. Soprannominato Toro? Mi chiamano toro per mio padre era un calciatore e correva come un toro.”

Castellano, interessamento su di lui da parte di Chelsea e Manchestercentrocampista centrale mancino ma anche regista davanti alla difesa, dove ti vedresti meglio in questo Ascoli?:”ho avuto un’impressione ottima di questo Ascoli che ho visto domenica dalla tribuna, per il mio ruolo diciamo che mi metto a disposizione dello staff tecnico posso fare entrambi i ruoli. Ho scelto l’Ascoli perché è una grande piazza, un feeling trovato subito sono contento di essere qui.”

A chi ti ispiri?:”Buzzegoli spicca subito per le sue qualità, un esempio per me. Non ho un giocatore a cui mi ispiro in particolare guardo i migliori per migliorare. Ho preso il numero il 21 di un grande giocatore che era qui. Lo scorso anno è stata la mia prima esperienza tra i grandi. Ai tifosi prometto il massimo impegno. Ho visto la curva tutti sognano di giocare in uno stadio con tanti tifosi.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 151 volte, 1 oggi)