ASCOLI PICENO – Arrivano più soldi Ue per giovani, agricoltura di montagna e allevamenti. Ad annunciarlo è la Coldiretti al termine del Comitato di sorveglianza del Piano di sviluppo rurale, svoltosi alla Cartiera Papale di Ascoli Piceno e convocato per discutere la redistribuzione dei 160 milioni di euro in più arrivati per il terremoto grazie al Fondo di Solidarietà.

La Regione Marche ha accolto le richieste di Coldiretti di destinare i finanziamenti in più alle aziende agricole delle aree interne e montane, con un premio di 200 euro ad ettaro (indennità compensativa), ma anche per sostenere i giovani agricoltori e gli allevamenti. Un impegno importante per quelle aree dove l’economia è legata al cibo e al turismo, oggi più che mai a rischio di spopolamento.

“Ringraziamento la Regione Marche e il vicepresidente Anna Casini per aver accolto le nostre richieste – commentano il presidente regionale della Coldiretti, Tommaso Di Sante, e il direttore Enzo Bottos -, dando un’opportunità a quelle aziende, spesso giovani, che si trovano nelle aree terremotate e, più in generale, nelle zone svantaggiate, e che lottano ogni giorno per garantire il presidio del territorio”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 96 volte, 1 oggi)