ASCOLI PICENO – Non bastano la prima mezz’ora di bel gioco e il gol di Varela, contro il Novara l’Ascoli si spegne dopo un bell’inizio e un gioco da applausi  e subisce le ripartenze di Da Cruz e Sansone. Il Novara ribalta la situazione nel finale del primo tempo proprio con Da Cruz, che poi raddoppia al 4′ del secondo tempo con Lanni complice che non blocca il tiro di Ronaldo dalla distanza. Sconfitta che si poteva evitare, da rivedere l’atteggiamento in campo.

Mister Fiorin, tecnico dell’Ascoli Picchio, buoni i primi 25 minuti, poi cosa è successo?: “I primi 25 minuti fatti bene nella solita maniera, dobbiamo analizzarli e lavorare su quelli, dobbiamo lavorare sulla concretezza e la finalizzazione. Siamo partiti bene, forti ma non abbiamo saputo gestire, tra gli obiettivi c’è anche questo. Rispetto alla partita con la Pro Vercelli abbiamo visto una crescita. Sull’impegno non posso dire nulla, un episodio ci ha penalizzato in particolare. La gestione della gara fa parte dell’esperienza dei giocatori ma capisco anche che non possiamo tenere 45 minuti così.  Sicuramente il campionato è lunghissimo, non bisogna mai mollare e crederci sempre e valutare un miglioramento costante.”

Sull’errore di Lanni?: “Lanni? nessun problema con il  nuovo preparatore, siamo su ottimi livelli e non mi sentirei nemmeno di parlare di lui, è sereno. Ci sono altri errori e situazioni prima. l’errore ci sta.  Fa anche delle uscite importanti e interventi puliti. Non do valutazioni al portiere, è un ruolo particolare. Lui è molto disponibile, cerca di giocare la palla, dal nostro punto di vista come espressione di gioco che vogliamo è positiva la valutazione.”

Sulla prestazione della difesa: “Sulle impressioni a caldo direi che abbiamo visto una crescita sotto vari punti di vista. Sulle palle inattive. Nel secondo tempo il rischio c’era sul cambio di modulo. Stiamo valutando le due fasi.”

Il mister del Novara, Corini, avete subito all’inizio poi avete cambiato completamente atteggiamento: “L’inizio è stato spumeggiante da parte dell’Ascoli, che ha trovato il gol e abbiamo fatto fatica a trovare le misure. Siamo stati molto pericolosi cambiando atteggiamento tattico. LA partita si è decisa all’inizio del secondo tempo Poi dopo c’è stata una supremazia dell?Ascoli poteva succedere di tutto. Avete lavorato molto sui contropiedi e sfruttato la difesa molto alta dell’Ascoli: ” L’idea era quella lavorare sulla riconquista era quella di giocare con dei giocatori agili sulle ripartenze. dobbiamo però chiudere prima le partite. reagire qui in questo stadio con questa tifoseria è stato difficile, la differenza la fanno la cattiveria agonistica. Favilli molto bravo sarà il nuovo Vieri, bravi anche  tutti i tre quartisti dell’Ascoli col piede invertito creano molta difficoltà.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)