ASCOLI PICENO – Alla vigilia dell’insidiosa trasferta ad Empoli Fulvio Fiorin è fiducioso per la crescita ed il tipo di gioco espresso finora dall’Ascoli Picchio: “Stiamo vedendo una crescita tecnico-tattica confermata anche dai dati che analizziamo dopo ogni gara, per avere un’identità ci vuole tempo e deve essere ovviamente accompagnata dai risultati; siamo fiduciosi della nostra idea di raggiungere un risultato attraverso un pensiero di gioco”.

Ascoli che recupera Santini e che non avrà a disposizione Mengoni e D’Urso: “Mengoni è un giocatore molto importante per noi, sia in campo che nello spogliatoio, lo stiamo aspettando. Di D’Urso sappiamo il valore e la sua importanza nel nostro sistema di gioco, speriamo di riaverlo a disposizione già nella prossima settimana” questo il pensiero del mister ascolano.

Picchio che affronterà 3 partite in 8 giorni: “Col turno infrasettimanale bisogna gestire bene le energie – afferma Fiorin – Abbiamo la fortuna di avere due giocatori per ogni ruolo che stanno facendo bene, c’è una sana competizione e tutti si impegnano al massimo e sono pronti a scendere in campo. Valuteremo al momento quelli più adatti a giocare anche in base alle caratteristiche della squadra avversaria.”

Con l’Empoli si prospetta una gara difficile: “Il loro allenatore, Vivarini, ha esperienza in serie B, magari l’Empoli è ancora in fase di rodaggio ma ha iniziato a fare risultati ed ha giocatori di grande qualità. Non sarà facile ma noi non tradiremo la nostra filosofia e andremo in Toscana per provare a vincere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 133 volte, 1 oggi)