ASCOLI PICENO – I bianconeri escono sconfitti dopo una buona prestazione, beffati dal gol di Terranova nei minuti di recupero. Un pareggio che avrebbe dato fiducia alla squadra bianconera e ai tifosi si trasforma ad un minuto dalla fine in una sconfitta per niente meritata.

Il Ds bianconero, Cristiano Giaretta: “Grandissima partita contro la prima della classe, primo tempo equilibrato e secondo tutto di marca bianconera, un vero peccato la beffa nel finale e un Frosinone che va a casa con tre punti trovati con fortuna. Tutti avevamo timore di fare una brutta figura ma i ragazzi hanno fatto una prova di orgoglio. Si stanno impegnando tutti al massimo e abbiamo il dovere di rialzare subito il morale ai ragazzi, siamo orgogliosi della prova fatta dai ragazzi. Sulla prestazione: “Varela ha sbagliato qualche pallone ma era stanco ed è quello che si assume più responsabilità di tutti ed è normale sbagliare, Lanni ha fatto una grandissima parata. Tutti si spronano a vicenda, i gol arriveranno bisogna essere positivi e lavorare come stiamo facendo. I risultati arriveranno. Mi aspettavo questa partita del Frosinone e sapevamo come fronteggiarlo, disputando un’ottima partita. Un gruppo cementato, quello che vorremo costruire qui ad Ascoli.”

Le parole del tecnico del Frosinone, Moreno Longo in sala stampa: ” Ci abbiamo creduto. IL risultato più giusto era il pareggio. La sensazione che avevamo dalla panchina superato il quarto d’ora era che si potesse provare a fare gol. Bravi i ragazzi a tenere duro, bravo Terranova che ci ha fatto portare a casa la vittoria. Abbiamo fatto un buon primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo subito le loro iniziative anche perchè avevamo giocatori che rientravano oggi. Abbiamo messo forze fresche e abbiamo ristabilito l’equilibrio. Non siamo in fuga arriveranno momenti negativi ma non dobbiamo perdere il nostro spirito. Anche l’Ascoli ci ha messo in difficoltà, c’è da battagliare di partita in partita.”

Il mister bianconero, Fulvio Fiorin: “Abbiamo creato come loro e avuto più possesso palla, la prestazione di sabato la collego a quella di oggi, in due partite abbiamo incontrato le due squadre più forti del campionato senza sfigurare, dobbiamo crescere negli episodi, è li che si fa la differenza. Squadra molto corta oggi anche in difesa abbiamo fatto bene, loro sulle palle inattive sono fortissimi. Per l’impegno e la professionalità hanno dimostrato la crescita che avevamo chiesto, anche nei contrasti.  Un episodio ci ha fatto perdere una gara che sarebbe stato giusto pareggiare. I cambi oggi non sono stati tecnici, abbiamo avuto problemi e abbiamo dovuto variare le scelte. Rosseti stava entrando per Favilli che era dolorante poi abbiamo cambiato Varela che era in difficoltà. Bianchi si è infortunato alla schiena e alla fine anche Mignanelli si è fatto di nuovo una distorsione, anche Carpani è uscito per problemi fisici.”

Un pareggio che avrebbe dato fiducia ai ragazzi: “Il risultato in questo momento che possiamo definire negativo da questo punto di vista. Oggi però abbiamo visto una crescita nella gestione della gara, che in altre occasioni ci è mancata. Dobbiamo chiudere questa parentesi e pensare già a domenica con il Cesena per dimostrare di riuscire a ribaltare questo discorso. Non esistono fortuna e sfortuna.”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 175 volte, 1 oggi)