GROTTAZZOLINA – Inizia una nuova settimana per la M&G Videx Grottazzolina, che ha potuto godere ieri pomeriggio di una giornata di riposo, dopo la sconfitta subita con la Kemas Lamipel Santa Croce per 3-1. L’impatto della Videx sul match era stato buono, ma i grottesi hanno subito il rientro dei padroni di casa nel finale del primo set, poi la grinta dei santacrocesi (spinti dal calore del pubblico ha fatto il resto).

Avremmo dovuto gestire meglio le occasioni avute nel primo parziale, dove abbiamo giocato bene e siamo stati sempre avanti” ha commentato coach Massimiliano Ortenzi. “Abbiamo avuto due-tre opportunità per chiudere il set, ma le abbiamo sciupate, quindi abbiamo faticato molto a rientrare in partita nel secondo. Da metà del terzo in poi siamo andati in crisi, sia in ricezione che in attacco, merito anche di Santa Croce, che è una squadra forte a muro e al servizio, e ci ha costretto ad un super lavoro. La prima partita è sempre un’incognita, ci si misura con l’emozione dell’esordio, col fatto che si gioca con una squadra in gran parte rinnovata. Non saremmo stati dei campioni in caso di vittoria, e non siamo scarsi ora che abbiamo perso. Stiamo lavorando duramente e dobbiamo continuare ad aver fiducia nella strada che abbiamo intrapreso: sicuramente ci sono tante cose da migliorare e dobbiamo concentrarci sui nostri punti di forza, cercando di diventare un po’ più squadra.”

Domenica prossima la Videx è attesa dall’esordio casalingo contro la Conad Reggio Emilia, nelle cui fila milita l’ex Davide Cester.

Non credo che quest’anno ci siano squadre facili da affrontare” conclude Ortenzi. “Tutte le domeniche dovremo essere bravi a tenere un livello di gioco alto il più a lungo possibile. Speriamo che ci diano una mano anche i i nostri tifosi. A Santa Croce si respirava un bel clima, e in casa nostra avremo bisogno di quella marcia in più che può garantirci la spinta per fare meglio.”

(Letto 60 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 60 volte, 1 oggi)