ASCOLI PICENO – Il difensore bianconero Guillaume Gigliotti alla ripresa della preparazione ha fatto il punto della situazione in casa Ascoli:  “La vittoria ci voleva perché ci ha dato un bel po’ di fiducia, siamo andati a Cesena per riprenderci ciò che avremmo meritato nelle gare precedenti. Personalmente ritengo che il match di domenica sia stato il più difficile fra quelli finora disputati perché sapevamo che non avremmo potuto sbagliare atteggiamento e che avremmo dovuto centrare il risultato; siamo stati bravi a farlo, facilitati dal sostegno dei 1.200 tifosi al seguito che ci hanno dato maggiore carica”

Sabato al Del Duca arriva il Palermo: “Il successo sul Cesena ci ha dato voglia di fare tanto di più e di stupire perché siamo consapevoli che non abbiamo fatto ancora nulla. Sabato col Palermo vogliamo confermarci davanti alla nostra tifoseria, avremo sicuramente l’atteggiamento giusto e faremo la prestazione perché, quando hai di fronte una squadra blasonata come quella siciliana, è impossibile non avere stimoli. Se uno sbaglia atteggiamento di fronte al Palermo, è meglio che cambi mestiere. Dovremo ripetere la stessa prestazione fornita con il Frosinone in casa”

Non sarà della partita Ascoli-Palermo, in programma sabato alle 15:00 al Del Duca, l’attaccante rosanero Nestorovski,  per somma di ammonizioni nel posticipo della 6^ giornata di campionato con la Pro Vercelli, dove il Palermo è uscito vittorioso per 2-1: ” Il Palermo non avrà Nestorovski e questo è un vantaggio per noi, ma al suo posto giocherà sicuramente un’altra punta di qualità. Sapremo come difenderci e come attaccare; la speranza è di conquistare altri tre punti, magari con un mio gol.”

Su se stesso: “Non posso dirmi soddisfatto di questo inizio di stagione semplicemente perché sono uno che non si accontenta mai e vuole sempre migliorare; in difesa mi trovo molto bene con Padella, è bravo, in campo parla molto e martella. La fiducia nel reparto difensivo non è mai mancata, anche quando incassavamo gol non abbiamo mai dubitato della nostra forza e questo è un aspetto che ci ha inculcato il Mister. Col 4-3-3 ci stiamo trovando bene, è il modulo che abbiamo adottato per metà tempo col Novara, col Frosinone e col Cesena. A livello difensivo siamo più coperti perché abbiamo davanti la linea dei centrocampisti, che vanno a pressare, restano stretti e per noi difensori è più facile”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 60 volte, 1 oggi)