ASCOLI PICENO – 49 nuove telecamere ad Ascoli Piceno. Ad annunciarlo è il sindaco Guido Castelli nella giornata del 29 settembre dopo il consiglio comunale. Un progetto di 130 mila euro (saranno utilizzati attraverso il ricorso al mercato elettronico su base Consip) che vedrà altri progetti in futuro. “Videosorveglianza è la garanzia sulla sicurezza urbana” ha affermato il primo cittadino. Con le nuove installazioni in tanti auspicano un forte contrasto a degrado, spaccio di droga e abuso di alcool.

In parte sostituiranno telecamere inadeguate e saranno posizionate nei luoghi più critici e in accordo con i Vigili Urbani le immagini potranno essere utilizzate nei processi data la caratteristica d’avanguardia delle nuove telecamere.

Saranno localizzate perlopiù nel centro come piazza Arringo, Del Popolo (già presenti ma da sostituire) e in altre aree non sorvegliate. Tra cui piazza San Tommaso.

“Spendo un pensiero per piazza San Tommaso – afferma Castelli – è un’area che abbiamo riqualificato ma che da qualche mese è stata scena di schiamazzi, rumori e malfrequentazioni. In effetti poco tempo fa la Polizia di Stato ha arrestato uno spacciatore: aveva circa dodici dosi di eroina da vendere ai giovani. Ringrazio le Forze dell’Ordine per aver fermato una persona ignobile. Chi vende morte è, per me, una schifezza di uomo. Inoltre, sempre qualche tempo fa, una ragazza era finita in coma etilico per abuso di alcool. Sento il dovere di lanciare un appello alle famiglie: state vicino ai ragazzi, parlateci e controllateli. Spesso sono minorenni coloro che si trovano nei guai. Noi faremo il nostro sulla videosorveglianza ma la miglior videosorveglianza è fare ciò che ho detto”.

Il sindaco Castelli spende parole di elogio per una suora concezionista: “Non voglio fare il nome per mantenere il riserbo ma è una grande donna che merita una menzione per quello che fa nell’aiutare molti giovani disagiati. E’ da prendere come esempio”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)