ANCONA – Nelle Marche il valore delle detrazioni Irpef per recupero del patrimonio edilizio e risparmio energetico è stato pari a 188 milioni di euro nel 2015.

Le detrazioni più richieste sono quelle per l’edilizia che ammontano a 159 milioni di euro, mentre quelle per interventi di efficientamento energetico ammontano a 29 milioni di euro. Le Marche sono al sesto posto per l’utilizzo degli incentivi per le ristrutturazioni con un’incidenza dello 0,88% dell’ammontare delle detrazioni sul reddito complessivo regionale.

“Gli incentivi per le ristrutturazioni – sottolinea il presidente di Anaepa Confartigianato Marche Davide Francinella – sono fondamentali per contribuire ad attenuare le difficoltà delle imprese dell’edilizia. Per questo vanno rese permanenti: oltre a rilanciare le imprese delle costruzioni, si coglierebbero più obiettivi come la riqualificazione del patrimonio immobiliare (il 60% del quale risale a prima degli anni ’70), emersione del nero e gettito per lo Stato, risparmio energetico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 35 volte, 1 oggi)