ARQUATA DEL TRONTO – “Circa il 95% delle macerie pubbliche causate dal terremoto è stato rimosso e questo mi consente di dire che siamo a buon punto”.

Queste le parole, riportate da una nota dell’Ansa, del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli in visita ad Arquata del Tronto per la presentazione dei lavori del nuovo stabilimento della Unimer nella zona industriale di Pescara del Tronto.

Adiacente alla sede dell’azienda che produce fertilizzanti c’è l’area di smaltimento delle macerie, una delle tre dislocate nel Piceno.

“Insieme smaltiscono 2.500 tonnellate di macerie al giorno che non vengono solo raccolte tutti i giorni, ma anche trattate tutti i giorni, separate e reimpiegate nei cantieri. Un’operazione complessa” sottolinea Ceriscioli.

“E un grande lavoro, veramente molto complesso, con fasi che si fanno a mano, perché c’è una specifica procedura da seguire. Abbiamo rimosso quasi tutte le macerie su strade, piazze e vie, circa il 95% del totale, più o meno 170 mila tonnellate di macerie. E’ un lavoro impegnativo che continuerà ancora” conclude il Governatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 158 volte, 1 oggi)