ANCONA – “M’è dolce’ ” un titolo ispirato da ‘L’Infinito’ del poeta recanatese Giacomo Leopardi, per la 23ma edizione del Simposio pubblico dell’Accademia maestri pasticceri italiani che si svolgerà dal 15 al 17 ottobre per la prima volta nelle Marche tra Recanati, Osimo, Fano, Pesaro, Senigallia e Loreto.

Saltato nel 2016 a causa del sisma, il simposio vuole aiutare a risollevare il territorio valorizzandolo con creazioni pasticcere ispirate a eccellenze marchigiane: Leopardi, Raffaello e Rossini. In conclusione dell’evento, che ha il patrocinio della Regione Marche e dei comuni interessati, i 69 migliori pasticceri italiani (l’Italia è campione del mondo in carica di pasticceria) si sfideranno a Villa Anton di Recanati il 17 ottobre per aggiudicarsi il premio di miglior pasticcere e miglior creazione 2017.

Accanto ai dolci monoporzione che gli ‘accademici’ realizzeranno in gara, e che il pubblico potrà degustare, ci saranno vere e proprie opere d’arte, sculture dolci ispirate a Leopardi, Rossini o Raffaello.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 45 volte, 1 oggi)